Baciami ancora, forestiero

“Chissà che, Angelo, la tua bocca non si sia già staccata dal tuo viso e mi sussurri all’orecchio un filo ricamato di baci. Magari, mentre leggi questa lettera, in questa notte profuga, un’unica impronta digitale prova la verità nel cristallo umido del tuo cuore”
Un’automobile corre verso il Nord del Cile, a bordo Pedro Lemebel, un autista con voce “da cattedrale” e una splendida fata, la Africa Sound, DJ assai singolare. Di sorso in sorso, di “salute” in “salute!”, il viaggio si trasforma in una festa di risate.
Pedro ti porta con lui, come una piuma, per le strade di una città di mare. Nella notte brava di Valparaíso, dopo un clamoroso agguato ordito da ladri-pagliacci. Di fronte a una platea euforica di ragazzini, cui lancia baci alla panna montata.
Oppure giù, verso i Caraibi, verso il suono, a bordo di uno dei velivoli folli e gioiosi della Cubana de Aviación: e l’Avana si apre come una scatola musicale, come una conchiglia antica…
Sfodera perle, Lemebel: le sue lettere d’amore si arrampicano in cielo, sono come una danza di parole che illumina una giornata arrugginita.
Rammenda orrende cicatrici: evoca l’orrore ruvido della dittatura, lasciata da poco alle spalle e sempre dietro l’angolo. Denuncia ingiustizie che opprimono umili e diversi, anche oggi, in piena cosiddetta democrazia.
Sono davvero un inno alla libertà, queste “cronache piumate”, queste saette contro potere e omologazione, queste carezze funamboliche, queste avventure per mari, per cieli, per dittature, per trasgressioni: benedette dalla classifica dei best seller in Cile, sono amate in tutto il mondo.
Collana: Gli Alianti
Genere: Narrativa
Curatore:
Traduttore: Marco Zapparoli e Claudia Tarolo
Illustratore: Lorenzo Lanzi
Prezzo: 14,00 €
Pagine: 160
EAN: 9788871684895
Data di uscita: 04/09/08

Start typing and press Enter to search

_
Responsive Menu Clicked Image