This search form (with id 3) does not exist!

Come è passato il tempo

Poesie 1980-2020
Anche se dimenticato
il tempo lega, come un ormeggio.
Vista dal parcheggio
di una notturna dispensa collettiva
la Terra è fragile, non può
inghiottire tutto.
Il titolo di questa ampia e tesa autoantologia suggerisce subito due cose: la dimensione temporale come asse portante del libro, e l’escursione linguistica, dal basso del parlato quotidiano ai registri più alti, e sempre tuttavia secchi, esatti, privi di compiacimento. È con questa parola che rifiuta ogni orpello e che si apre alla quotidianità che l’autore attraversa il tempo, o meglio le sue varie declinazioni: il tempo soggettivo (“Clima e affanni, scadenze / sui calendari, questa lima”), quello storico, e l’altro, più vasto e sfuggente, che riguarda il farsi e disfarsi della vita, del pianeta, del cosmo. Nulla tuttavia è disposto lungo un asse ordinato e rassicurante: l’epicentro sarà certo il presente devastato, azzerato nella sua dimensione progettuale e utopica, preso d’assedio dalla mercificazione di ogni cosa. Ma da questo luogo minaccioso e minacciato l’esplorazione della poesia innesca una dialettica non facile tra le varie dimensioni del passato e l’orizzonte a noi murato del futuro, che pure dovrà esistere: “Le speranze e le piccole illusioni / chiudile in una busta e nascondile / nel giardino o in un bunker / per quelli del tremila. / Gli eredi non saranno teneri con te”.
Come è passato il tempo dà conto di un lungo percorso, quarant’anni di ricerca poetica ammirevole, caparbia, silenziosa e ora capace di stupire per la sua intima, coraggiosa coerenza.

Fabio Pusterla

Collana: Le Ali
Genere: Poesia
Curatore: Massimo Raffaeli
Traduttore:
Illustratore: Luca Mengoni
Prezzo: 20,00€
Pagine: 224
EAN: 9788892940529
Data di uscita: 16/02/22
Cerca
Generic filters
Filter by content type
autore
close-link
_
Responsive Menu Clicked Image