This search form (with id 3) does not exist!

La febbre del gioco di Fëdor Dostoevskij

JukeVox, il Jukebox della voce.

La febbre del gioco di Fëdor Dostoevskij. Voce di Marcello Prayer.

Per quasi dieci anni, dal 1862 al 1871, Dostoevskij non ci riesce. Febbrile e irrazionale come ogni vero giocatore, le sue mani sono “incatenate al gioco”. Vince alla roulette, si ripromette di andarsene, di pagare i debiti; poi torna al tavolo da gioco, e non si stacca finché non perde tutto, “tutto!”
Si umilia, si dispera, chiede a moglie e amici i soldi per il biglietto di ritorno, e va a giocarsi anche quelli.
Sono gli anni in cui scrive Memorie dal sottosuolo, Delitto e castigo, Il giocatore, I demòni: leggendo queste lettere turbinose pare che scriva soltanto sotto la pressione dei debiti di gioco, per continuare a giocare.

 

Cerca
Generic filters
Filter by content type
autore
close-link
_
Responsive Menu Clicked Image