Lost in Translation

“Nunchi, coreano: a volte è difficile capire se quello è uno sguardo ansioso o rabbioso, tenero o triste, ma con il tempo impari a distinguerli.”
Tradurre è un’arte magica, perché ogni parola apre un mondo.
Le parole intraducibili sono potenti grimaldelli: svelano di un popolo certi vizi e certe virtù.
Se i brasiliani hanno una parola per definire la carezza tra i capelli dell’amato, gli svedesi ne hanno una per indicare la terza tazza di caffè; i tedeschi hanno una parola per un groviglio di cavi, ma anche per la piacevole sensazione che si prova stando soli nel bosco.
La pila di libri non letti sul comodino si è meritata un nome in giapponese; la capacità di cogliere da uno sguardo lo stato d’animo altrui ha un nome preciso in coreano.
Viene dal Sudafrica la filosofia comunitaria dell’ubuntu, dall’India la jugaad, l’arte di arrangiarsi con poco.
Ella Sanders ne ha raccolte cinquanta in questo libro, con illustrazioni bellissime che ci ricordano quante volte abbiamo in testa l’idea, la suggestione, ma proprio ci manca la parola.
Regaliamoci dunque queste parole nuove; ci fanno viaggiare, per incantesimo, tra le emozioni del mondo.
“Pagina dopo pagina è una scoperta continua”. Marco Filoni, Il Venerdì, 06 Novembre 2015

“Piccolo libro da maneggiare con cura perché è davvero prezioso”. Alessandro Rota, La Repubblica, 25 Ottobre 2015

“Un libro (bellissimo) sulle parole impossibili da tradurre. Ce ne sono 50 e vale la pena scoprirle perché, come spiega l’autrice nella prefazione, potrebbero rispondere a domande che non sapevate di voler porre”. Paola Maraone, Gioia, 31 Ottobre 2015

Collana: Fuori collana
Genere:
Curatore:
Traduttore: Ilaria Piperno
Illustratore: Ella Frances Sanders
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 112
EAN: 9788871687353
Data di uscita: 22/10/15

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

_
Responsive Menu Clicked Image