This search form (with id 3) does not exist!

Oltre le pagine di…
L’amante di Chopin

CONTENUTI SPECIALI

L’amante di Chopin
di Rita Charbonnier

In libreria dal 18 ottobre

1_foto

GEORGE SAND, VOCE DELLA RIVOLUZIONE

Victor Borie aveva ragione: a Parigi si stava per fare la rivoluzione, e la rivoluzione si è fatta. La Francia è nuovamente una repubblica. George Sand non lo credeva possibile, ma il sogno si è realizzato e adesso non può esimersi dal partecipare attivamente.

Dopo la Rivoluzione del 1789, seguirono altri due importanti momenti di sommossa e rivoluzione nel 1830 e nel 1848 che portarono alla nascita della Seconda Repubblica francese.
Giornalista senza peli sulla lingua, George Sand è stata una delle voci della Rivoluzione del ’48 e sostenitrice del nuovo governo socialista.
In uno dei suoi articoli sul “Bulletins de la République” scrisse: “Se le elezioni non faranno trionfare la verità sociale, se saranno l’espressione degli interessi di un gruppo ristretto, segneranno la sconfitta della repubblica. Allora non ci sarà che una via di salvezza per il popolo che ha eretto le barricate: manifestare una seconda volta la propria volontà e rifiutare l’arbitrio di una falsa rappresentanza”.

Nohant-Vic; Domaine George Sand; Centre, Indre; France; ref: PM_103804_Nohant; Cultural heritage; Europe|France|Nohant-Vic; Wiki Commons; photo: Paul M.R.Maeyaert; www.pmrmaeyaert.eu; © Paul M.R. Maeyaert; pmrmaeyaert@gmail.com

LA VILLA DI NOHANT

Nohant ha un effetto benefico su Chopin: non appena vi mette piede, riprende colore e appetito, mostra il lato migliore del suo carattere e torna a comporre meraviglie.

Immaginatevi una villa, immersa fra i profumi della campagna francese e nascosta dalle fronde di alcuni noci selvatici.
Immaginate di trovarvi all’interno di uno dei salotti e di essere seduti accanto a Gustave Flaubert, Honoré de Balzac, Eugène Delacroix, Alexandre Dumas…
A Nohant, non era insolito trovare artisti e letterati, ospiti delle diverse soirée della scrittrice.
Sapevate che oggi la villa di George Sand è una casa museo? Vi piacerebbe visitarla e rivivere l’atmosfera del tempo?

3.moda_

GEORGE SAND E LA MODA PARIGINA

Estrae dal taschino il portasigari e lo ripone sul comò, si sfila la redingote con il bavero blu, sbottona il panciotto di panno grigio mélange. Si toglie i pantaloni con gli inserti in seta, la cravatta di batista e la camicia.

Tra la fine dell’800 e gli inizi del ’900, gli atelier dei sarti erano veri e propri centri della vita mondana, frequentati soprattutto da chi poteva permettersi il desiderio di essere alla moda e al passo col Galateo. Eh già, perché a ogni occasione c’era l’abito giusto, fondamentale quindi selezionare tessuti, colori, accessori e abbinamenti!
Andando contro le convenzioni e i buoni usi del tempo, George Sand era solita indossare abiti maschili coi quali riusciva ad accedere ai circoli letterari dell’epoca, da cui erano escluse le donne.
Sapevate che per vestire in quel modo aveva dovuto richiedere un permesso speciale?
Certo non le sono mancate le occasioni di vestire graziosi abiti femminili, come si legge anche tra le pagine del romanzo di Rita Charbonnier, soprattutto per suscitare l’interesse di Chopin

4.suffragette

GEORGE SAND ERA UN’IDEA

Non è esistita solo in relazione all’influenza che ha avuto su Chopin, ha avuto un ruolo autonomo di grande forza. Ed è questo che di lei, ancora oggi, dà fastidio.

Victor Hugo scrisse “George Sand era un’idea. Ha avuto un ruolo unico nella nostra epoca”
Nata come Aurore Dupin, scelse di firmare le sue opere con uno pseudonimo e di vestire abiti maschili.
I giudizi e gli scandali per le sue relazioni non erano per lei un problema.
La libertà fu il suo credo. Libertà di vestire e di amare.
Scelse la scrittura come arte e come possibilità per l’indipendenza economica.
Fu tante cose: simbolo, intellettuale, attivista politica. Anche se in controtendenza con le suffragette e la lotta per il suffragio universale riteneva fosse inutile pensare al voto fino a quando le donne non avessero ottenuto l’indipendenza dai padri e dai mariti.

Per approfondire vi consigliamo l’ascolto del podcast “Sacro e profano” [dal minuto 9.10]

5.george_sand

GLI AMANTI DI GEORGE SAND

Sono stanca di passioni, e delusa senza rimedio

Dopo il divorzio da Casimir Dudevant e la fine di un matrimonio che l’aveva resa infelice, George Sand ebbe numerosi amanti con cui intrattenne relazioni più o meno brevi e appassionate.
Tra gli amori più famosi dell’autrice, citare Chopin è quasi superfluo, ma chi frequentò prima di conoscere il celebre pianista?
Per esempio, Alfred de Musset, poeta, scrittore e drammaturgo francese; la loro storia d’amore fu intensa, piena di tradimenti e riavvicinamenti. Uno dei tanti amanti fu Pietro Pagello, medico che ebbe in cura proprio Musset durante la sua malattia.
Tra il 1835 e il 1837, frequentò Michel de Bourges, avvocato noto per la sua attività politica.

6.sand_abitimaschili

GEORGE SAND NELLA CULTURA CONTEMPORANEA

Non è esistita solo in relazione all’influenza che ha avuto su Chopin, ha avuto un ruolo autonomo di grande forza. Ed è questo che di lei, ancora oggi, dà fastidio

George Sand è ricordata più per il ruolo simbolico e anticovenzionale che ha rivestito che per le sue opere letterarie, oggi praticamente introvabili.
Ammirata e amata sia da artisti suoi contemporanei che da artisti dei nostri giorni a lei sono state dedicate diverse opere: brani musicali, omaggi cinematografici e letterari. Sapevate che tra i suoi ammiratori ci sono sia Walt Whitman sia il figlio omonimo di Alexandre Dumas?

Qui trovate la sua ultima opera scritta, presente nel nostro catalogo

7.frederic_chopin_photo

CHOPIN, IL POETA DEL PIANOFORTE

Improvvisare è come fare un discorso non preparato: in ogni frase che si pronuncia c’è qualche imprecisione

Fryderyk Chopin è stato un talentuoso pianista ed è considerato uno dei principali compositori e musicisti del romanticismo.
Dotato di un sensibilità ineguagliabile, ciò che contraddistingue il suo linguaggio musicale è l’influenza delle sue origini polacche e il suo rubato, un’alterazione del ritmo della frase musicale.
Quando componeva, cominciava improvvisando e questo risultava essere un processo a volte difficoltoso e travagliato se Chopin non si trovata nel giusto stato d’animo e di salute.
Tra i suoi tratti distintivi c’era l’abilità nel trasmettere sentimenti come l’inquietudine e la malinconia durante l’esecuzione dei brani.

8.podcastchopin

CHOPIN VISTO DA ME

Se siete curiosi di conoscere altre curiosità su Fryderyk Chopin, vi proponiamo il podcast realizzato Rita Charbonnier prima ancora di scrivere L’AMANTE DI CHOPIN, dedicato al celebre pianista e compositore e, soprattutto, a una musicista concertista mantovana, Lucia Lusvardi, innamorata della musica di Chopin.

Si chiama CHOPIN VISTO DA ME, un dialogo in cinque puntate tra una concertista e una scrittrice sui misteri della creatività e dell’arte, sulle rinunce e sui traguardi sognati e poi raggiunti.

9.chopinsanddelacroix

TRA ARTE E MUSICA: GLI ARTISTI FRA LE PAGINE DEL LIBRO

In effetti Delacroix ha realizzato un altro ritratto di George Sand, e anche di Chopin. Li ha inseriti all’interno della stessa composizione pittorica; ma non sono loro. Sono Dante Alighieri e Aspasia di Mileto, con i loro volti

George Sand e Fryderyk Chopin non sono gli unici artisti che possiamo incontrare fra le pagine del libro, ma anzi, ci sono molti altri personaggi davvero interessanti!
Uno di loro è Alexandre Dumas, che è stato maestro del romanzo storico e del teatro romantico, oltre che un caro amico di Chopin e della Sand e frequentatore dei salotti dell’epoca, come ad esempio quello della villa di Nohant.
Un altro amico e frequentatore della coppia di amanti era Eugène Delacroix, celebre pittore chiamato Principe dei Romantici, che in più occasioni si dilettò a ritrarre sia George Sand sia Chopin.
Ultimo, ma non ultimo, Franz Liszt, virtuoso pianista e compositore che contribuì alla diffusione della musica di molti musicisti dell’epoca. Scrisse la biografia di Chopin, a cui era legato da una profonda amicizia.

Cerca
Generic filters
Filter by content type
autore
close-link
_
Responsive Menu Clicked Image